ADG-19

Vertenza Pignone

Document date: [1953]
Fonds Creator
Abstract

La serie é costituita da appunti autografi di De Gasperi, scambi di lettere e ritagli stampa.

Languages

Italian

Administrative and Biographical History

Nel 1953 il Sindaco di Firenze Giorgio La Pira si trova a dover far fronte al problema della disoccupazione e affronta la questione in modo deciso a partire dal caso dello stabilimento del Pignone, la cui proprietà (SNIA Viscosa), in seguito ad una grave crisi, aveva deciso di sciogliere e porre in liquidazione la società e licenziare i 1.750 dipendenti. Dopo l'occupazione della fabbrica da parte degli operai, con i quali solidarizza il sindaco, per intervento del governo e in particolare del ministro dell’interno Fanfani l'azienda viene acquisita dall'ENI all’epoca controllata dallo Stato grazie alle pressioni congiunte in questo senso di La Pira e Fanfani su Enrico Mattei, presidente della società ed esponente della sinistra democristiana. (In seguito negli anni novanta il Pignone sarà privatizzato e ceduto alla multinazionale americana General Electric).

Icon loader 2acdb8e0a67b493326602c36dfafc6d676b5f427ed73ffa83db703a5365dd0fa
This website requires Javascript to be Activated to work Correctly